FUORI DA QUI: la sfida dell’export

Mi piace parlare e scrivere dei temi che mi appassionano, che da anni rappresentano il mio lavoro: Internazionalizzazione, innovazione, mercati,  strategia, vendite, marketing, coaching, motivazione, team.

Oggi invito alla lettura di un articolo del Sole 24 ore (di un paio di anni fa ma sempre molto attuale) inerente una ricerca svolta da Sace dal titolo “Alla ricerca della crescita perduta”. Non anticipo altro, lascio, però, con dei quesiti che spero possano innestare intuito, creatività, idee, voglia di fare e in definitiva un consapevole e responsabile decision making.

Clicca qui per leggere l’articolo del Sole 24 ore

Ed ecco delle domande esplorative per imprenditori, manager, collaboratori in ambito export e marketing:

– Perché le nostre PMI restano indietro?

– Cosa blocca l’internazionalizzazione?

Forse la convinzione di potercela fare da soli? O forse la mancanza di ambizione?

Non ditemi i finanziamenti regionali o statali, questo aspetto, ahimè, noi non lo possiamo cambiare, non ancora, o forse non ora.

Cosa, invece, possiamo cambiare?

Partiamo dall’approccio all’export per esempio, lavorando sull’interculturalità in ambito marketing e vendite. Partiamo dalla motivazione, il motivo che spinge le nostre PMI a cercare business fuori dal confine nazionale.

Ho un mio collage di risposte ma sono curiosa di conoscere il tuo parere.

Perché una PMI si avvia sulla strada dell’internazionalizzazione?

Ti aspetto al workshop del 7 aprile “Do you speak export?” per conoscere parte delle mie risposte.

coaching brescia