Chi è il tuo cliente ideale?

Sviluppare il proprio prodotto in un mercato estero è un lavoro lungo e complesso, tanto quanto lo è trasmettere il proprio valore aggiunto ai clienti. Tuttavia è un lavoro indispensabile se vuoi ottenere dei buoni risultati. Molti imprenditori dimenticano che alla base di uno sviluppo internazionale di successo ci sono 3 pilastri:

  • Trasmettere in maniera efficace la propria value proposition, attraverso una strategia di marketing mirata; 
  • Far capire al cliente come le potenzialità del tuo prodotto possono portargli risultati; 
  • Far sentire il cliente accompagnato, quasi “coccolato”, non solo durante bensì anche dopo l’acquisto, perché per il 77 % dei clienti continuerà a comprare da te proprio perché di si fida. 

 

Il business, in fondo, che sia B2B o B2C è sempre e comunque H2H: Human to Human.  

Il tuo cliente continuerà a comprare da te sì, certo, perché gli offri una buona qualità e, chissà, magari anche un buon prezzo (ma non sarà certo quello che lo farà restare).  

Continuerà a comprare da te perché si fida di te, del tuo modus operandi, dei processi che tu adotti, delle persone che lavorano con te. 

Continuerà a comprare da te perché gli stai dando qualcosa che gli altri ancora non sono giunti a dargli, lo stai in-formando con la tecnica del “train the trainer”. 

 

Ovviamente tutto questo è ancora più valido parlando di export: un cliente estero affronta maggiori rischi, ecco perché farà ancora più affidamento su di te come persona ed ecco perché va rassicurato e fidelizzato al meglio. Proprio perché il rapporto umano sta alla base di qualsiasi rapporto di business è bene considerare questo lato umano quando si stendono strategie di marketing, quella per l’Italia e quella per l’estero, affinché siano efficaci. Ed è proprio questo che ricordiamo ai nostri clienti quando li aiutiamo a svilupparne una. 

 

Tu come hai costruito la tua strategia di marketing per l’export? 

Se ancora non lo hai fatto, visita la nostra pagina.