7 motivi per cui dovresti avere un profilo LinkedIn

15 anni di vita, 562 milioni di utenti in tutto il mondo, 11 milioni attivi in Italia: questi sono i principali dati riguardanti il terzo motore di ricerca al mondo.

Nonostante la sua costante crescita, sono ancora molti i professionisti ed imprenditori che non conoscono o hanno solo sentito parlare di LinkedIn.

LinkedIn è il più grande Network professionale al mondo; un social in cui tutti, dal general manager di una multinazionale all’imprenditore alle prese con la sfida dell’internazionalizzazione, dall’export manager in cerca di nuove opportunità sino allo studente universitario, possono trovare pane per i propri denti, o meglio, per la propria carriera.

LinkedIn, per dirla facile, è l’equivalente online di un tradizionale evento di networking, in cui vai e incontri altri professionisti, scambi i biglietti da visita e verifichi se possono nascere delle sinergie.

Sembra facile, ma come si fa?

Esattamente come in ogni altro social network!

Per iniziare invii la richiesta d’amicizia (come su Facebook ma con un messaggio personalizzato, in maniera abbastanza formale) e, se il tuo interlocutore accetta il collegamento, da quel momento in poi siete collegati, vedete i reciproci post, potete scambiarvi i like e condividere i contenuti l’un l’altro.

Quali sono le motivazioni principali per cui anche tu e i tuoi collaboratori dovreste essere presenti?

Facile, con LinkedIn puoi:

  1. Mantenerti in contatto con persone che credi valga la pena avere nella tua rete professionale: vecchi colleghi o compagni di scuola che ora svolgono i ruoli più disparati in settori differenti, quel buyer di un potenziale cliente che hai incontrato in fiera o, ancora, quel export business developer che hai incontrato ad un corso e del quale potresti seriamente aver bisogno per il progetto di internazionalizzazione del tuo business.
  2. Sfoggiare un Curriculum completo, interattivo e sempre aggiornato. Il tuo profilo, infatti, contiene tutte le informazioni riguardanti la tua formazione e la tua carriera. Ogni avanzamento, ogni cambio: proprio per questo è importante che sia fatto bene: è il tuo fiore all’occhiello.
  3. Cercare o offrire lavoro: oltre al fatto di permetterti di pubblicare o vedere annunci di lavoro, LinkedIn ti invia automaticamente notifiche riguardanti posizioni lavorative che potrebbero interessarti. Metti il caso che tu stia puntando ad un avanzamento di carriera in ambito export, qui puoi sicuramente trovare delle ottime opportunità.
  4. Conoscere nuovi professionisti: ogni volta che un tuo collegamento mette like ad un post, questo appare nella tua home. In tal modo hai l’opportunità di vedere post di nuove persone e perchè no, conoscerle e chiedere il collegamento per avviare eventuali collaborazioni.
  5. Partecipare a gruppi: in base ai tuoi interessi e/o alla tua professione, ovviamente! Per esempio, se lavori in ambito internazionale, puoi tu stesso aprire un gruppo e creare contenuti che riguardino l’export e l’internazionalizzazione.
  6. Mostrare al mondo le tue competenze: LinkedIn ti permette di pubblicare degli articoli, proprio come se fosse un blog. La pubblicazione di contenuti professionali e rilevanti ti fa guadagnare in credibilità e in personal branding.
  7. Restare costantemente (In)formato: leggendo i post di altri professionisti e attingendo alla piattaforma Learning che il social mette a disposizione.

 

Se non sai da dove partire o vuoi davvero perfezionare il tuo profilo LinkedIn per aumentarne l’efficacia dando una svolta alla tua carriera, scarica la nostra checklist QUI.