Ellecubica | The daily bread: guadagnarsi la pagnotta
23506
single,single-post,postid-23506,single-format-standard,op-plugin,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
 

The daily bread: guadagnarsi la pagnotta

coaching brescia

The daily bread: guadagnarsi la pagnotta

Chi non ha usato almeno qualche volta l’espressione “guadagnarsi la pagnotta” riferendosi al proprio lavoro e a ciò che si fa per portare a casa uno stipendio a fine mese?

Senza soldi non si mangia, quindi niente pane se non si lavora.

Un’immagine forse un po’ demodé, ma usata anche da altre lingue, come ad esempio l’inglese che parla di guadagnarsi il “daily bread”, letteralmente il “pane quotidiano”.

Si tratta forse di un articolo sull’arte della panificazione?

No, oggi vi parliamo di alcuni modi particolari e inusuali di guadagnarsi la pagnotta nel mondo.

E, soprattutto, delle parole che sono state coniate per descrivere tali attività.

Come abbiamo già scritto nelle scorse settimane, se una lingua crea una parola per identificare un concetto o un oggetto è perché esso riveste una certa importanza per quella cultura o ne riflette semplicemente un fenomeno diffuso.

L’espressione giapponese yo o wataru significa letteralmente “attraversare il mocoaching bresciando a piedi”, ma nulla ha a che vedere con un semplice viaggio: essa si traduce con la frase “guadagnarsi da vivere”.

In Russia c’è chi sbarca il lunario facendo il koshatnik, cioè il contrabbandiere di gatti rubati, mentre in Danimarca vi potrebbe capitare di candidarvi per un posto vacant
e come fyrassistent, l’assistente del custode di un faro.

 

Se invece doveste conoscere un hawaiano che
lavora come lomilomi, sappiate che state parlando con il massaggiatore del capo… che si occupa anche della pulizia dei suoi sputi.

Se vuoi vendere in un paese “straniero” devi conoscerne usi e costumi, in poche parole, devi conoscerne la cultura.

Ellecubica è a fianco delle PMI per aiutarle ad entrare nel mondo del lavoro del paese nel quale desiderano esportare grazie a innovative strategie di export coaching e a collaboratori preparati e motivati.

Ogni paese richiede una strategia di ingresso specifica che tenga conto non solo delle mere caratteristiche economiche ma anche culturali di ogni singola realtà.

Contattaci per avere informazioni circa i nostri servizi di export coaching.

No Comments

Post a Comment